Longevità Umana: Vivere più a Lungo e in Salute

 

Vivere a lungo e in Salute

La longevità non è scritta nei nostri geni quanto nelle scelte (come ad esempio le abitudini alimentari) che compiamo tutti i giorni. Si ha spesso la tendenza a far fare attività fisica ai bambini quando invece è in vecchiaia che dovremmo farne di più per contrastare anche la perdita di muscolo.

In Italia negli ultimi anni gli anziani ultracentenari sono triplicati. Ad influenzare la nostra longevità ci sono anche altri fattori quali: lo stile di vita e in parte (per un 25%) anche la genetica. Secondo alcuni studi la specie umana ha probabilità di arrivare ad un’età anche di 120 anni di vita.
Le aspettative di vita sono così composte: 85 anni per le donne e 80,3 per gli uomini.

Anche se le donne secondo le statistiche vivono più a lungo sono gravate rispetto agli uomini da più malattie. E nello stesso momento un’attenzione maggiore alla qualità della vita da parte degli uomini sta facendo “livellare” la tendenza al vivere di più.

E’ importante cominciare ad invecchiare bene da giovani, cioè intorno ai 40 anni. Quindi in quell’età per le donne è consigliabile eseguire pap-test, mammografia (se non ci sono particolari criticità la si può eseguire fino alla settima decade, anche tenendo conto delle precedenti indicazioni), endoscopia, colonscopia (un esame diagnostico che può salvare la vita in alcuni casi).

In fatto di alimentazione vediamo quali sono gli alimenti sani per le nostre ossa:

– Parmigiano
– Yogurt
– Semi di sesamo
– Nocciole
– Uova
– Prugne secche
– Vongole

Importante consiglio è quello di non mangiare troppo in generale e non mangiare molto soprattutto la sera.

Mentre occorre tenere sotto controllo i seguenti valori:

– Pressione < 140
Colesterolo < 200

Fare attenzione a seguire un’alimentazione corretta che non ci faccia perdere massa muscolare nobile che è quella che ci permette di camminare, di stare in piedi, di evitare le cadute poichè regola il nostro equilibrio. Dopo i 65 anni bisognerebbe mangiare più carne perchè, questa aiuta il muscolo a restare più forte. Cercare quindi di non essere troppo magri perchè, in tal modo si possono avere anche problemi con le ossa.

Riguardo il vaccino è consigliabile fare quello anti-influenzale per chi ha più di 65 anni e per coloro che soffrono di malattie croniche.

Le vaccinazioni consigliate per chi ha più di 65 anni sono:

– Influenza
Polmonite
– Herpes Zoster

Per prevenire la salute delle ossa è consigliabile assumere vitamina D (prescritta in genere anche dal medico nei casi in cui la si reputi necessaria) e in alternativa optare per un’esposizione solare costante ma non morbosa (e ovviamente evitarla nelle ore più calde). La vitamina D ha una funzione preventiva anche nei confronti dei tumori, le malattie autoimmuni, il rischio di infezione.

In ogni caso in età avanzata non sempre è un bene focalizzarsi su un solo fattore nel senso che si può avere il colesterolo alto (quello buono) ma, non per questo allarmarsi specie nel caso che ce ne dia conferma il nostro medico di base poichè, lui ha il quadro generale di noi stessi e quindi sa se alcuni valori sono più o meno dannosi per la nostra salute.

Ci sono dei test per predire quanto si vivrà e sono piuttosto affidabili, contro i luoghi comuni che li considerano di poco conto. Hanno una funzione di previsione anche di neoplasie.
E’ chiaro che non sempre è utile eseguirli per evitare appunto di vivere il resto della vita con ansie e diventare poi ipocondriaci.

La vecchiaia è possibile curarla in teoria anche evitando l’invecchiamento delle proprie cellule. Ci sono studi che ne confermano la tesi ma, ovviamente non è una disciplina semplice e quindi ad oggi non ci sono rimedi alla portata di tutti per far fronte a questo problema. Si spera lo sia in futuro.

Per invecchiare bene si consiglia di avere degli interessi, coltivare delle amicizie, fare movimento/sport e nel caso si sia introversi non c’è da scoraggiarsi perchè, basta trovare
un giusto equilibrio con se stessi e magari con poche persone ma dalla piacevole compagnia.

Allungare l’età pensionabile non è sempre il rimedio migliore per favorire la longevità in quanto ad esempio i lavori usuranti devono avere un timing preciso di ingresso e di uscita dal mondo del lavoro.

 

Consiglio promozionale

– Stimola la memoria (Migliora la funzione sia nel breve che nel lungo termine, inoltre aiuta a ricordare più velocemente)

– Migliora la funzione cerebrale (Diventa più acuto e reattivo e, di conseguenza, maggiormente produttivo)

– Migliora l’attenzione (Aumenta la concentrazione e la capacità di focalizzarsi su qualsiasi attività)

Questi sono alcuni dei vantaggi nell’assumere l’Integratore alimentare Memory. Clicca sull’immagine che segue per avere maggiori informazioni e per ordinarlo. La tua salute è importante, non sottovalutarla.

I benefici dell'Integratore alimentare Memory

Sommario
product image
Votazione
1star1star1star1star1star
Nome del Brand
Memory
Nome del Prodotto
Memory
EUR 39
Disponibilità
Available in Stock