Testamento Olografo: cos’è?

 

Come scrivere un testamento olografo

Soltanto l’8% degli Italiani fa un testamento olografo, cioè scritto per intero, datato e sottoscritto di mano dal testatore. La data è importante perchè l’ultimo è quello che fa fede e quindi quello valido. Da premettere che si può anche fare un’aggiunta ad un testamento esistente, quando se ne scrive uno successivo.

Vediamo quali sono le caratteristiche salienti di un testamento olografo:
– è economico rispetto ad altri tipi di testamento
– ha valore legale
– non va fotocopiato (se serve scrivere più copie, farlo sempre a mano e datarle)
– lo si può conservare in casa

 

Quando può essere ritenuto nullo il testamento olografo? Quando mancano i seguenti requisiti:
– la firma di chi sta facendo il testamento
– la data
– e il fatto che sia scritto di proprio pugno

In questo ultimo caso quindi occorre fare attenzione a non scrivere il testamento al computer e poi firmarlo, oppure evitare di fotocopiare, oppure non usare mezzi diversi dalla scrittura (quindi sono previsti anche cancellazioni ed errori).

Nel caso in cui una persona lascia tutto in eredità ad una persona terza, che non sia un familiare, un parente ha diritto a ricevere parte dell’eredità? Nell’ordinamento giuridico ci sono delle tutele per le persone che hanno un forte rapporto di parentela (figli, moglie) con la persona che sottoscrive il testamento.

Il testamento olografo è anche un tipo di testamento “economico” nel senso che non richiede la sottoscrizione davanti ad un notaio o qualsiasi altro professionista preposto nè la presenza di testimoni (in questo caso per evitare un’ingerenza esterna). Lo si può scrivere e sottoscrivere da soli. E’ consigliabile farlo separatamente ad esempio dalla propria moglie o figli. Un “foglio” per ogni testamento.

 

Domanda
Se non ho fatto testamento, in caso di separazione/divorzio mio marito erediterebbe tutto?

Occorre innanzitutto distinguere tra separazione e divorzio. La separazione non cancella il diritto a diventare eredi a meno che non si sia subito il cosidetto “addebito” cioè la dichiarazione di responsabilità della cessazione del matrimonio. Anche in questo caso però quando il coniuge versa in condizioni particolarmente disagiate e ottiene gli alimenti può ottenere anche il diritto ad un assegno. Invece si ha diritto alla reversibilità anche se si rinuncia all’eredità e al Tfr.
Nel caso in cui si divorzia invece si perdono tutti i diritti e in questo caso il coniuge che versa in condizioni economiche particolarmente disagiate ha comunque diritto ad un assegno e reversibilità e Tfr spettano a determinate condizioni.

 

** 1 Messaggio per Te **
Quali sono i Temi di tuo Interesse? Vogliamo offrirti contenuti esclusivi ed interessanti. Indica uno o più interessi, inserisci la tua email migliore così ti invieremo contenuti su misura direttamente nella tua posta elettronica. Per noi il tuo contributo è importante. Grazie.
[ninja_form id=5]

Sommario
Testamento Olografo: cos'è?
Titolo Articolo
Testamento Olografo: cos'è?
Descrizione
Soltanto l'8% degli Italiani fa un testamento olografo, cioè scritto per intero, datato e sottoscritto di mano dal testatore. La data è importante perchè l'ultimo è quello che fa fede e quindi quello valido.
Autore
Nome Autore
ConsigliDalWeb
Logo Autore