Miti da sfatare sull’Alimentazione

 

Cosa c’è da sapere sul Cibo?

Siamo sicuri che tutto ciò che sappiamo sulla nostra alimentazione e il cibo sia vero? Una cosa certa è che ignoriamo tutto ciò che mettiamo nel piatto e i suoi effetti. E’ un dato di fatto che nel tempo abbiamo aggredito il cibo con regole, divieti, diete inseguendo leggende metropolitane che ci hanno fatto credere vere. Poniamoci allora alcune domande e cerchiamo di sfatare i falsi miti.

 

Ad esempio la pasta a pranzo fa dimagrire?
E’ falso.

La pasta contiene una sostanza che si chiama triptofano da cui deriva la serotonina che è un ormone con effetto sedativo, e in parte quindi concilia anche il sonno, oltre a stimolare la felicità, la sazietà e altro. Le proteine invece sono adatte a pranzo perchè svegliano, producono delle scorie che devono essere eliminate dal corpo e quindi non è indicato mangiarle a cena.

 

Chi ha ritenzione idrica, la cosiddetta cellulite, deve bere molto?
E’ falso.

Bevendo molto non facciamo altro che aumentare l’acqua nei tessuti. L’acqua è idratante, remineralizzante e non è un diuretico.

 

La mozzarella col pomodoro fa stare leggeri?
E’ falso.

La mozzarella e il pomodoro contengono dei sali che devono essere poi eliminati dal rene, che già di per sè come organo è sovraccaricato dalle funzioni che deve svolgere. Stesso discorso vale per il fegato.

 

Il tè non fa dormire?
E’ falso.

Il tè rilascia teina (un eccitante) solo se lo tenete in infusione per poco tempo, in caso contrario libera tannino (un sedativo) che è calmante come il vino.

 

Il caffè verde è il chicco naturale della pianta del caffè che non ha subito un trattamento termico. Consumato almeno una volta al giorno influisce beneficamente sul nostro corpo e favorisce il processo di perdita di peso. I valori nutrizionali contenuti nel caffè verde hanno un effetto stimolante e non causano effetti collaterali come ansia e stress.

Il caffè verde contiene quantità elevate di acido clorogenico determinante per la perdita di peso. L’uso del caffè verde diminuisce significativamente l’appetito, riduce i livelli di zucchero nel sangue e rallenta il processo di assorbimento di glucosio. Svolge una funzione antibatterica e antivirale, aiuta anche il fegato e ottimizza il livello di colesterolo.

Queste sono soltanto alcune delle proprietà del caffè verde. Vale la pena di introdurlo nella tua dieta e sperimentare le sue meravigliose proprietà sulla propria pelle. Grazie a Green Coffee in un breve lasso di tempo, in modo rapido e senza effetto yo-yo ti libererai del peso in eccesso!

Vuoi provare i benefici del Caffè verde? Clicca qui.

 

Mangiando il minestrone si ha una riduzione della ritenzione?
E’ falso.

Il minestrone è ricco di sali minerali e le verdure al suo interno non sono tutte uguali, in quanto alcune sono zuccherine, altre poco diuretiche. Quindi se lo si vuole usare per dimagrire occorre utilizzare le verdure con intelligenza.

 

Il fritto va evitato se hai il colesterolo alto?
E’ falso

Cosa succede quando cuociamo un alimento nell’olio? Il cibo cotto in olio favorisce l’eliminazione di bile e colesterolo nell’intestino. Non è tossico se preparato con olio extravergine d’oliva e tenuto a temperature non superiori ai 170 gradi, evitando di farlo fumare o bruciare.

 

A questo punto è opportuno eliminare tutti i tabù, i pregiudizi e i luoghi comuni sull’alimentazione. Non dobbiamo subire il cibo che mangiamo in modo passivo immaginandolo solo come un ammasso di calorie, zuccheri, grassi, ma occorre rispondere attivamente al cibo. Quando mangiamo un alimento produciamo ormoni e quest’ultimi sono gli artefici di quello che osserviamo, come ad esempio l’accumulo di grasso nelle diverse zone del corpo, il verificarsi di malattie cardiovascolari, diabete, tumori, riduzione del sonno, crescita della massa magra.

Tra il corpo e il cibo c’è un dialogo aperto e continuo che dura durante tutto il giorno. La scelta degli alimenti dev’essere legata all’effetto che vogliamo avere, la cosiddetta azione biologica degli alimenti.

 

Calorie nel cibo

Quando parliamo poi di calorie, ci sono altri luoghi comuni che vanno sfatati. Occorre sapere che non esistono cibi che fanno ingrassare ma, alimenti che stimolano la sintesi degli ormoni indipendentemente dalle calorie che contengono. Le calorie sono un aspetto del cibo ma, la cosa più importante è la secrezione ormonale. Non è la stessa cosa consumare 100 calorie di olio e 100 calorie di frutta, perchè ogni alimento libera o meno degli ormoni che fanno ingrassare. E nel caso specifico, a parità di calorie, c’è da chiedersi chi ingrasserebbe di più, chi mangia olio oppure chi mangia frutta? La risposta è chi mangia frutta, a differenza di come si può pensare.

 

La Moda delle Diete

In tempo di diete invece occorre chiedersi, quale è la dieta ottimale? La dieta ottimale è quella che non penalizza il piacere della tavola, non utilizza digiuni, non esclude alimenti e in particolare modifica per sempre, e a lungo, lo stile di vita nel rispetto di tutte le funzioni organiche e dev’essere su misura. Le mode alimentari sono rivoluzioni ed è per questo che inducono un effetto che però
è limitato e pericoloso.

Le diete che vanno di moda oggi sono tante, come ad esempio quelle iperproteiche Dukan, a Zona, Atkins, che riducono drasticamente gli zuccheri agevolando il pancreas (che non tollera
un eccesso di zuccheri).

Ma cosa accade agli altri organi in questo caso? Questo tipo di diete questa cosa la ignorano. Scegliere un modello di dieta può non andar bene per tutti. Un’alimentazione ottimale è quella fatta su misura per ogni singolo individuo, adatta alle necessità organiche (i fabbisogni) e metaboliche dell’organismo e in grado di rispettare, stimolare e sostenere tutti gli organi ad ogni pasto, pensando appunto al fegato, al comportamento del rene, al comportamento della tiroide, del pancreas.

La dieta ipercalorica, quella più di moda in questo momento, fa dimagrire perchè si mangia di meno ma allo stesso tempo rallenta il metabolismo e tutte le funzione degli organi.
E’ uno stato di carestia , di cui rimane memoria e alla fine si aumenta facilmente di peso. Quindi è un metodo efficace nel breve termine, poichè crea uno stress e dei danni al corpo ma, poi si
riprendono i chili persi.

Quando invece si vogliono ottenere gli stessi effetti ma per un periodo di tempo più lungo e in modo benefico, occorre seguire una dieta funzionale. Questa fa guadagnare salute, ottimizza la forma fisica ripristinando l’equilibrio tra gli organi e le funzioni dell’organismo. Si fa ginnastica con gli alimenti perchè si attiva il metabolismo piuttosto che ridurlo come con la dieta ipocalorica.

Riprendendo il discorso delle calorie, se sui piatti di una bilancia poniamo da un lato una frittura di pesce con insalata e dall’altro del riso scondito con una mela, è logico pensare che nel primo caso abbiamo più calorie e quindi una maggiore paura di ingrassare qualora scegliamo di mangiarli. Ma è pur vero che nel primo caso la frittura con l’insalata aumentano il metabolismo più del riso scondito con la mela e quindi paradossalmente si potrebbe dimagrire mangiando una frittura piuttosto che del riso scondito.
Questo perchè, nel dettaglio la frittura sollecita la funzione del fegato e accelera lo svuotamento dell’intestino. Lo iodio contenuto nel pesce attiva la tiroide e quindi il metabolismo viene accelerato. L’insalata consente al rene di drenare i liquidi in eccesso e di eliminare le scorie metaboliche del pasto. Il pancreas è sollecitato dai soli zuccheri contenuti nell’impanatura. E’ un movimento, un’attivazione generale di tutti gli organi sostenuti e stimolati.

Il riso con la mela sollecitano il pancreas che produrrà troppa insulina favorendo l’accumulo di adipe sulla pancia. Il pasto peggiora il gonfiore addominale, rallenta l’intestino, scatena la fame per il circolo vizioso degli zuccheri.

Un pasto ottimale fa dimagrire perchè attiva il metabolismo, sostiene e stimola gli organi su misura, in base alle necessità del soggetto.

 Le attività benefiche del Pepe nero

Come va costruito quindi un Pasto ottimale?

Innanzitutto rispettando gli organi e quindi non mangiando alimenti ma combinazioni di diversi cibi che hanno azioni sinergiche e opposte. Come una slot machine il mix ottimale di cibi dà il miglior guadagno in termini di salute e forma.
Ogni volta che portiamo un alimento alla bocca è necessario farlo con consapevolezza e sobrietà, restituendo al cibo il ruolo di nutrimento e medicamento. E’ inutile escludere certi alimenti o andare alla ricerca di quelli che contengono grassi per eliminarli definitivamente e senza motivo.

Rivediamo il nostro modo di ripensare agli alimenti in funzione dell’azione biologica che gli alimenti hanno nel nostro corpo.

Sommario
product image
Votazione
1star1star1star1star1star
Nome del Brand
Piperina & Curcuma
Nome del Prodotto
Piperina & Curcuma
EUR 49
Disponibilità
Available in Stock