Misurare la Temperatura Corporea

 

Riconoscere la Febbre e gestirla al meglio

Nel nostro organismo la temperatura corporea ha un andamento fisiologico, durante la notte andiamo incontro ad un abbassamento della temperatura e al risveglio ad un aumento.
Per le donne la variazione della temperatura è condizionata anche dalle fasi del ciclo mestruale.

Nel nostro cervello c’è una zona detta ipotalamo che ha la funzione di un termostato, che funziona come quello che abbiamo nell’impianto di riscaldamento autonomo presente in casa. Cosa succede quando nel nostro corpo si liberano dal virus le sostanze dette pirogene (che producono
l’innalzamento della temperatura)? Queste arrivano al nostro cervello e sregolano la temperatura del nostro “termostato” interno. Questo ha l’obiettivo di riattivare il nostro sistema immunitario, i globuli bianchi e uccidere i virus.

Quando al cervello arriva il segnale che la temperatura del corpo si è alzata e successivamente il corpo cerca di adattarsi allora si avvertono dei brividi lungo il corpo. Col calore prodotto si generano delle proteine, dette heat shock protein che servono a distruggere meglio, attraverso il proprio sistema immunitario, virus e batteri.

Quindi la febbre va trattata solo in determinate situazioni.

La febbre è ritenuta tale quando supera i 37,6 gradi centigradi, ed è ritenuta febbre alta sopra i 41 gradi. La febbre negli adulti non da particolari problemi mentre, nei bambini può dare origine
a convulsioni. E sempre per i bambini, sotto i 38 gradi, non ci sono particolari problemi e quindi non occorre porre rimedio. In ogni caso evitare di inventarsi diagnosi fatte in casa ma, e nel caso servisse, contattare un pediatra.

Il termometro va messo sotto l’ascella o sotto la lingua. Per i bambini è consigliabile farlo usare sotto la lingua se hanno più di 4 anni. Quelli elettronici suonano quando hanno raggiunto la temperatura più alta. Il termometro classico che una volta conteneva mercurio, oggi è stato sostituito da leghe meno pericolose ed è comodo perchè non si stara mai.

Ci sono anche termometri ad infrarossi o timpanici (vanno inseriti nell’orecchio).

La temperatura letta dal termometro andrebbe scritta su un foglio durante il giorno, mettendo dei puntini e collegandoli con una linea perchè, in tal modo si possono evidenziare andamenti particolari che possono aiutare a capire qual è la malattia sottostante. I medici usano alcune terminologie specifiche come febbre continua, ondulante, ricorrente e altre.

 

I rimedi fatti in casa per far calare la febbre sono ad esempio le pezze di acqua fredda (o impregnate di alcol) messe sulla fronte anche se con il paracentemolo l’effetto è più rapido
ed efficace. E’ utile anche bere molto e in particolare bevande ricche di vitamine C per attivare il sistema immunitario.

Quando si cammina tanto la temperatura corporea aumenta ma, non è normale che ad esempio raggiunga i 38 gradi. In questo caso può essersi in presenza di problemi di termoregolazione.
Accertarsi in ogni caso di non camminare tanto coprendosi anche troppo poichè, gli indumenti potrebbero limitare la dispersione del calore.

Il fatto di non avere avuto mai la febbre per tanto tempo, anche per diversi anni, non è un problema di cui preoccuparsi poichè, è un fatto normale. Può darsi che si siano avuti degli sbalzi e variazioni di temperatura che però non sono stati avvertiti. Alcuni hanno temperature basali del corpo più basse rispetto la norma e quindi anche un lieve aumento, intorno magari ai 37 gradi può manifestare dei fastidi.

Sommario
Misurare la Temperatura Corporea
Titolo Articolo
Misurare la Temperatura Corporea
Descrizione
Nel nostro organismo la temperatura corporea ha un andamento fisiologico, durante la notte andiamo incontro ad un abbassamento della temperatura e al risveglio ad un aumento.
Autore
Nome Autore
ConsigliDalWeb
Logo Autore