I Benefici del Camminare

 

Camminare fa bene alla propria Salute

Camminare fa bene non solo dal punto di vista fisiologico ma anche estetico e mentale. Fa bene per persone di tutte le età e in qualsiasi condizione fisica. Una passeggiata attraverso dei bei posti non solo fa bene dal punto di vista fisico ma anche dal punto di vista dell’umore.

Camminando il nostro corpo rilascia sostanze quali le endorfine, ricevendo in cambio quindi una sensazione di benessere. Il cuore ne beneficia poichè, si acquisisce una resistenza maggiore alla fatica, la circolazione sanguigna è facilitata, aumenta l’azione di pompa cardiaca e quindi muscolare.

Anche le articolazioni, se sane, ottengono beneficio dalla camminata. In alcuni casi il camminare viene usato anche in casi di riabilitazione del corpo, quindi come un rimedio a tutti gli effetti. E porta benefici anche al cervello.

E’ la più semplice delle attività fisiche ma regala benefici straordinari contro ipertensione, sovrappeso, diabete, stress.

Alcuni benefici immediati del camminare sono:
– Aiuta a ridurre il livello di colesterolo “cattivo” e alzare quello “buono”
– Aiuta ad abbassare la pressione arteriosa
– Aiuta a controllare il rischio di diabete di tipo2
– Aiuta a tenere il peso nei limiti desiderabili

Una passeggiata di un’ora a 4 km all’ora, ad esempio, fa spendere fra le 100 e le 200 calorie e fa bruciare almeno 6 grammi di grasso; se si accelera, si bruciano più calorie in minor tempo, ma si consumano più carboidrati e meno lipidi (la stessa persona che cammina un’ora a 6 km/h consuma 3 grammi di grasso).

Fare ad esempio due passi dopo cena, a ritmo sostenuto ma senza sudare, è un’abitudine che ha un’efficacia cardiovascolare e neuropsicologica incredibile poichè, crea una condizione di vasodilatazione che dura a lungo, anche tutta la notte, e funge da potente ipertensivo e antistress.

Qualche anno fa l’Organizzazione mondiale della Sanità lanciò lo slogan dei “10.000 passi al giorno” per stare bene cioè circa 7 km. Sembra tanto, ma se si pensa che una persona, in una giornata qualunque, guardando le vetrine, buttando la spazzatura, passando l’aspirapolvere, compie 5.000 passi (circa 3 km e mezzo), l’obiettivo è tutt’altro che impossibile.

Un po’ più di fatica spetta ai sedentari, che mediamente compiono 2.000-2.500 passi, ma sono anche coloro che più possono beneficiare di piccoli progressi, come 400 metri in più al giorno. La differenza si vede già con 150 minuti alla settimana di esercizio leggero, meno di mezzora al giorno, anche suddivisa in tre passeggiate da 10 minuti: fare una fermata di metro a piedi, andare a comprare il latte, portare il bambino a scuola senza l’auto, uscire in pausa pranzo.

L’unica regola è, appunto, la regolarità.

Condizione importante per chi cammina molto sarebbe quello di fare un esame stabilometrico per capire come poggia il piede a terra, poichè si dovrebbero indossare calzature specifiche a seconda della propria conformazione fisica e abitudini motorie. Quando si cammina tanto e si afferma di avere dolori ai piedi in genere il motivo principale sono le calzature.

Sommario
I Benefici del Camminare
Titolo Articolo
I Benefici del Camminare
Descrizione
Camminare fa bene non solo dal punto di vista fisiologico ma anche estetico e mentale. Fa bene per persone di tutte le età e in qualsiasi condizione fisica.
Autore
Nome Autore
ConsigliDalWeb
Logo Autore