Diabete: cosa è importante sapere

 

Cosa c’è da sapere sul Diabete

Il diabete è una malattia cronica che non permette all’organismo di fare uso di tutte le energie immagazzinate mediante il cibo, ci sono tre tipi di diabete, l’uno, il due e il tre. Il terzo è quello gestazionale ma tutti e tre hanno qualcosa in comune ovvero nei casi normali il corpo scompone gli zuccheri e i carboidrati formando così il glucosio dal quale proviene l’energia. Chi invece soffre di diabete non ha la possibilità di utilizzare l’energia presa mediante il glucosio perché in assenza di insulina questo non si trasforma, il glucosio quindi rimane presente in grandi quantità nel sangue andando ad intaccare reni, vasi sanguigni, cuore, sistema nervoso ed occhi. Proprio per questo motivo il consiglio più corretto è quello di tenerlo sempre sotto controllo e fare degli esami specifici per capire se si è malati o meno, perché se non viene preso in tempo il diabete può causare problemi ben più grandi come ictus, cecità, malattie renali o compromettere il movimento intaccando il sistema nervoso.

Nel caso del diabete 1 possiamo dire che è la forma più grave in quanto è una malattia autoimmune, si nasce già malati ed è il pancreas il primo organo che viene attaccato, ci si nasce per causa genetica ma anche per un malfunzionamento del pancreas, in ogni caso deve essere tenuto costantemente sotto controllo e curato.

Il diabete di tipo 2 invece è lieve rispetto al primo e riguarda moltissimi adulti, anche questo attacca il pancreas, ovviamente è incurabile però a differenza del primo può essere tenuto sotto controllo con l’alimentazione, lo sport o comunque il movimento e ovviamente i farmaci senza dei quali non sarebbe possibile nemmeno vivere.

E arriviamo al diabete gestazionale che invece viene trasmesso durante la gravidanza al piccolo, avviene quando i livelli dello zucchero (per quanto riguarda la mamma) sono troppo alti e ci si rende conto in ritardo, durante la gravidanza il diabete può essere tenuto sotto controllo con la giusta alimentazione. Purtroppo però il bambino corre altri rischi come quello di sviluppare problemi respiratori.

 

Come scoprire se si soffre di Diabete?

Per scoprire se si soffre di diabete basta fare attenzione ai suoi campanellini d’allarme, in genere quando manca l’insulina e si soffre di diabete 1 c’è un aumento della poliuria ovvero del volume delle urine, polidipsia ovvero molta sete anche senza avere mangiato e infine la polifagia paradossa cioè cambi di peso, da magri a grassi e viceversa. Molti durante la fase iniziale soffrono anche di chetoacidosi diabetica cioè i chetoni all’interno del sangue aumentano, ma è solamente una fase momentanea. Nei casi di normalità assoluta, quindi ottima salute, il livello della glicemia va da 60 a 130 mg/dl, quando si è a digiuno, i valori vanno invece da 70 a 110 mg/dl; tra 110 e 125 mg/dl invece si è già un po’ fuori dalla media e quindi bisognerebbe fare attenzione all’alimentazione e allo stile di vita. E’ importante sapere anche che il diabete può essere evitato intervenendo proprio con la dieta e l’attività fisica, quando si tratta di fattori genetici arriverà a prescindere dallo stile di vita ma si può almeno intervenire per limitare i danni o ritardare l’insorgenza.

 

Chi è a rischio?

Chi è a rischio diabete? Come prima cosa è importante specificare che chiunque può ammalarsi di diabete, ma chi è più a rischio ha un’età oltre i 45 anni, chi è in sovrappeso soprattutto per la zona addome, chi svolge una vita sedentaria, chi ha in famiglia un parente malato di diabete perché l’ereditarietà è una delle cause principali, le donne che hanno avuto un parto difficile o che hanno sofferto di diabete gestazionale che potrebbe trasformarsi in 1 o 2, glicemia che al digiuno rimane alterata, chi ha la pressione alta o un’intolleranza al glucosio. Oltre che per prevenire ma anche per mettere in atto una buona cura si deve fare attenzione a tutto ciò che si mangia o allo stile di vita ma non solo, le sigarette vanno abolite perché oltre che fare male ai polmoni come è ormai risaputo, creano grossi scompensi a tutto l’organismo.

Ci sono anche molti rimedi naturali contro il diabete, che possono essere messi in atto insieme a tutte le altre modalità di prevenzione direttamente da casa propria, si sa per certo che la frutta deve essere consumata durante i pasti e non dopo o prima, meno matura è più è sana e fa bene, i cereali integrali sono perfetti per la glicemia, i legumi e le verdure devono essere cotti in poca acqua e la pentola deve essere chiusa perché da aperta vengono disperse tutte le vitamine ed i minerali, e per chi volesse farlo (anche per questione di gusti), sembra che la cannella, il pepe nero, la curcuma e l’origano abbiano delle proprietà esilaranti con azione ipoglicemizzante, perché non provare?

Sommario
product image
Votazione
1star1star1star1star1star
Nome del Brand
Piperina&Curcuma
Nome del Prodotto
Piperina&Curcuma
EUR 49
Disponibilità
Available in Stock