Consigli su Allattamento per la Salute del Bambino

 

Come allattare il proprio Figlio facendo Attenzione alla sua Salute

Consigli su allattamento ve ne posso dare tantissimi per riuscire a raggiungere un obiettivo comune, poi sta a voi e al vostro impegno metterli in pratica perchè molte penseranno che questi non siano necessari trattandosi di un gesto naturale, spontaneo, senso materno che non ha regole e invece non è così. Prima del parto il 90% delle future mamme affermano di voler crescere il proprio figlio allattandolo naturalmente, per poi finire invece con il latte artificiale dopo aver incontrato il primo ostacolo, questo è il più grande errore che si possa commettere perché sì è vero che il bambino si nutre ugualmente, ma la sua salute non sarà la stessa.

Il latte materno infatti permette al piccolo di raggiungere il massimo potenziale biologico, favorisce anche un ottimo sviluppo fisiologico della bocca, riduce il rischio di morte in culla, di ammalarsi di diabete, obesità, leucemia, allergie di vario tipo o asma e poi infezioni di vario tipo come quelle respiratorie, quelle urinarie, diarrea ed otiti. Allattare in ogni caso fa bene anche alla mamma perché si perde il peso accumulato durante i 9 mesi, si riduce il rischio di soffrire di anemia e anche quello di tumori al seno o all’endometrio.

 

Consigli su come allattare in Maniera corretta

La prima cosa che una neomamma deve fare è sicuramente accettare i consigli su allattamento e buone abitudini da mantenere nei primi mesi soprattutto se è ancora alla prima gravidanza, molte non accettano suggerimenti e in questo caso a soffrirne è proprio il bebè. Il primo consiglio riguarda innanzitutto la posizione da scegliere per allattare nella piena comodità per sé stesse e per il piccolo. Una posizione abbastanza comoda e naturale è la classica, la mamma sta seduta e il bimbo tra le sue braccia, la seconda è quella che si deve mantenere nei primi giorni post-parto ovvero da sdraiata, la terza è chiamata “a rugby”, il bambino è perpendicolare al seno dal quale prenderà il latte.

Il secondo consiglio riguarda il modo in cui il piccolo si attacca al seno, potrebbe farlo nel modo sbagliato, la giusta maniera vede la bocca ben spalancata, il mento deve toccare il seno e il labbro inferiore deve essere rivolto verso l’esterno; una volta finita la poppata è sempre bene controllare il capezzolo perché potrebbero anche insorgere le ragadi. A questo punto infatti bisogna massaggiare il capezzolo con una goccia di latte e qualora si voglia, si può anche scegliere di allattare per un breve periodo mediante un copri capezzolo di gomma per non far peggiorare la situazione. Dopo la poppata il seno deve essere svuotato completamente, in caso contrario la mamma sentirà molto dolore, qualora il bambino dovesse staccarsene prima, sarà necessario acquistare un tiralatte facendo attenzione perché potrebbero insorgere disturbi di vario tipo come la mastite.

Tra i vari consigli su allattamento spesso non richiesti e anche poco corretti, c’è quello di mangiare poco, ridurre le quantità ed evitare molti alimenti, bene nulla di tutto questo è vero. Si può seguire la dieta di sempre, addirittura bisognerebbe aggiungere 500 calorie perché servono per la produzione del latte, ovviamente non bisogna esagerare, ma diffidare da voci comuni non accertate.

 

Per quanto Tempo si deve allattare?

L’allattamento al seno non ha una durata massima, si può andare avanti fino ai 6 mesi così come finire prima, ma anche dopo, tutto dipende dalle possibilità della mamma, quello che possiamo garantire è che più dura l’allattamento materno più il bambino cresce bene e questo è l’ideale. La domanda che tutte si pongono è ogni quanto allattare?

E da qui nascono informazioni errate, c’è chi dice che la poppata notturna può essere saltata, chi dice di rispettare le tre ore, bene la regola da seguire è una sola: quando il bambino piange vuol dire che ha lo stomaco vuoto, quindi posate gli orologi. Nel primo periodo le poppate frequenti sono normalissime, in 24 ore in genere il bebè mangia 10 o 12 volte e questo è più che normale.

Tra i consigli su allattamento soprattutto per le neomamme possiamo inserire anche diffidare da chi dice di seguire dei tempi massimi come non più di 10 minuti per seno, non più di 20 e così via, i tempi sono legati alle esigenze della mamma e del suo piccolo che devono semplicemente trovare in maniera naturale il loro equilibrio.

Il bambino non deve essere pesato alla fine di ogni poppata, la seconda pesata è assolutamente sconsigliata, dobbiamo verificare la sua crescita pesandolo solo una volta a settimana perché tutto varia in base alla composizione del latte materno che non è sempre uguale, c’è quello particolarmente concentrato e quello un po’ meno, quindi di conseguenza ci sono poppate più ricche di calorie e altre meno, pesarlo di continuo potrebbe generare ansie inutili.

Ultimissimi consigli sono chiedere aiuto sia in ospedale, che a casa propria, perché il primo periodo è quello particolarmente stressante e pericoloso per la mamma e c’è bisogno di assoluto riposo sia fisico che mentale.

Sommario
Consigli su Allattamento per la Salute del Bambino
Titolo Articolo
Consigli su Allattamento per la Salute del Bambino
Descrizione
Il 90% delle future mamme affermano di voler crescere il proprio figlio allattandolo naturalmente, per poi finire invece con il latte artificiale dopo aver incontrato il primo ostacolo. Errore!
Autore
Nome Autore
ConsigliDalWeb
Logo Autore