Come Conservare gli Alimenti in Frigo

 

Gli alimenti possono subire delle alterazioni sotto l’aspetto organolettico e nutrizionale.
Alterati da microorganismi, agenti chimici (interni all’alimento), fattori fisici come il calore.

 

Vademecum

– Non affollare i ripiani (non crea una buona movimentazione dell’aria e si rischia di avere le contaminazioni tra alimenti diversi)
– Temperatura fino a 4 gradi
– Separare alimenti diversi
– Evitare lavaggio di frutta e verdura

Gli avanzi dovrebbero andare al ripiano superiore del frigo.

La frutta e verdura (ortofrutta) va nei cassetti chiusi in basso.

Ogni cosa al suo posto (nel frigorifero):
– In alto: alimenti cotti, avanzi, sughi
– Ripiani intermedi: uova, formaggi, affettati e latticini
– In basso: carne e pesce
– Cassetti: Verdura e Frutta
– Sportello: burro, marmellata e bibite

Usare le bottiglie di vetro, poichè il vetro rilascia meno sostanze potenzialmente tossiche. Usare invece bottiglie di plastica dove sia garantito che la plastica possa stare a contatto con gli alimenti.
Non lavare la frutta e verdura perchè, l’acqua è una componente fondamentale per i microorganismi, potremmo dare all’alimento una suscettibilità maggiore alla crescita microbica.
Se sui formaggi stagionati compare un pò di muffa, la rimoviamo e mangiamo il formaggio. Se invece c’è muffa sui formaggi freschi, li buttiamo.

Cosa fare in caso di muffa?
– Si può consumare: formaggio stagionato, frutta soda, marmellata
– Si deve buttare: formaggio fresco, frutta acquosa, passata di pomodoro

Poi dipende anche se un soggetto è o meno allergico alle muffe.

Un’eccedenza alimentare può essere consumata anche dopo 2-3 giorni che la teniamo in frigo.

Sommario
Come Conservare gli Alimenti in Frigo
Titolo Articolo
Come Conservare gli Alimenti in Frigo
Descrizione
Gli alimenti possono subire delle alterazioni sotto l'aspetto organolettico e nutrizionale. Alterati da microorganismi, agenti chimici (interni all'alimento), fattori fisici come il calore.
Autore
Nome Autore
ConsigliDalWeb
Logo Autore

2 Commenti

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *