Alluce valgo: cos’è e come curarlo?

 

Come affrontare il Problema di Alluce valgo

L’alluce valgo è una deformazione del piede costituita dall’allontanamento della testa del primo metatarso dalle altre. L’alluce valgo non è un problema collegato solo al piede perchè, va ricordato che camminare male può generare problemi per la postura e la colonna vertebrale.

L’alluce si definisce valgo quando è inclinato oltre il suo limite fisiologico di un certo grado che può essere considerato:

– lieve se inferiore ai 45 gradi
– medio se tra i 25 e 40 gradi
– grave se oltre i 40 gradi

E’ una condizione che riguarda il 40% delle donne ed esiste un rapporto di 10 a 1 tra donne e uomini. Le donne poi iniziano a soffrirne intorno ai 40-60 anni. E nelle donne sembra che si sviluppi
maggiormente dopo la menopausa.

L’alluce valgo è una patologia ereditaria genetica che può anche saltare alcune generazioni, quindi non è detto che se ne soffre la mamma o il papà questa si ripresenta nei figli, potrebbe anche presentarsi nei nipoti.

L’alluce valgo è un problema funzionale e non estetico. Il piede porta tutto il peso del corpo e in particolare il primo metatarso e il primo dito devono portare circa il 70% del carico.
E appunto quando si indossano i tacchi il peso incide maggiormente sulla prima parte del dito, andando quindi ad aggravare il problema qualora già presente. Più è alto il tacco e più i metatarsi vengono sovraccaricati.

L’abitudine di portare delle scarpe strette, a punta è una concausa del problema di alluce valgo.

Le cause dell’alluce valgo sono:
– congenite
– reumatiche
– neurologiche
– traumatiche
– biomeccaniche

Esistono diverse tecniche di interventi chirurgici che si differenziano anche per l’età del paziente e per la gravità. In generale è meglio intervenire prima. Possono esserci casi in cui ci sia una recidiva e quindi il problema si ripresenta dopo un anno ma, anche dopo diversi anni dall’intervento. Anche se c’è da dire che in età avanzata tutti hanno un pò di alluce valgo. Nel peggiore dei casi occorre operarsi un 2-3 volte nella propria vita.

Un intervento dura circa 20 minuti, esistono tecniche mini invasive che consistono in incisioni molto piccole e subito dopo si può già riprendere la deambulazione. Ci si può operare
anche in tarda età con una tecnica che è più semplice di quella usata per persone più giovani.
Nel caso ci si sia operati e si pratica la corsa per evitare eventuali problemi futuri è buona norma farsi un piccolo plantare adatto per quel tipo di sport. Il plantare in genere è utile per ridurre il sintomo del dolore dell’alluce valgo.

Si consideri che l’alluce valgo non comporta rigonfiamenti sotto l’alluce ma, solo al lato come nella forma classica riconosciuta da tutti.

 

Cosa fare per prevenire l’alluce valgo:

– Indossare calzature comode e funzionali
– Tutori, correttori e plantari (Come questo, guarda)
– Evitare il sovrappeso
– Camminare a piedi nudi
– Esercizi attivi per il piede

I bambini possono avere un accenno di alluce valgo ma, non è un problema che va affrontato chirurgicamente poichè, col tempo il dito tende a prendere la sua normale posizione.

 

Se cerchi un plantare per limitare il tuo problema di alluce valgo, puoi provare col Fissatore curativo Foot mate. Trovi tutti i dettagli del prodotto e le Recensioni di chi l’ha provato cliccando sull’immagine che segue.

Fissatore curativo per Alluce valgo

Sommario
product image
Votazione
1star1star1star1star1star
Nome del Brand
Foot mate
Nome del Prodotto
Foot mate
EUR 32
Disponibilità
Available in Stock